EVENTI



27/10/2015. Il progetto GILearn si avvia alla conclusione

Si terrà a fine ottobre a Valencia ospitato da AINIA, coordinatore del progetto, l’ultimo meeting di GILearn. Obiettivo dell’incontro sarà trarre un bilancio dell’esperienza e definire le fasi conclusive delle attività. I partner saranno al lavoro sull’analisi dei risultati delle attività e delle valutazioni espresse dai tirocinanti che verranno analizzate e sintetizzate a livello nazionale e complessivo. Al termine del meeting, saranno delineate le principali conclusioni e i possibili interventi migliorativi da sviluppare per future edizioni dei corsi, focalizzandosi sulla sostenibilità del progetto. I Partner concorderanno modalità e termini per promuovere la diffusione e l’utilizzo dei risultati del progetto.

12/10/2015. GILearn presente ad EXPO 2015 alla “World General Assembly of Geographical Indications”

Il progetto GILearn è stato presente alla “World General Assembly of Geographical Indications”, che si è tenuta il 12 ottobre ad EXPO Milano, ospitata nel padiglione Italia. Durante l’evento, promosso dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, le principali organizzazioni e i rappresentanti del mondo delle IG si sono confrontati sull’analisi delle dinamiche e dei trend di sviluppo del sistema delle Indicazioni geografiche a livello mondiale. L’iniziativa ha rappresentato una importante opportunità per presentare il progetto GILearn ad un pubblico internazionale.

23/09/2015. Il progetto GILearn è stato presentato al 37° AGROFOOD SECTOR GROUP MEETING

Si è tenuto il 23 e 24 settembre a Wroclaw, in Polonia, il meeting dell’Agrofood Sector Group. Al centro dell’incontro il tema della sana alimentazione, declinata anche in termini di alimentazione sostenibile, alimentazione funzionale e cibi tradizionali. Il progetto GILearn (scopi, metodologia e principali risultati) è stato presentato nell’ambito della sezione di lavori Innovation II: Learning from my colleagues & sharing experiences da Julio Carreras (ainia), che ha coordinato il gruppo di lavoro. L’Agrofood Sector Group riunisce esperti d’impresa operativi in regione con un alto numero di imprese agroalimentari, con l’obiettivo di contribuire all’innovazione e alla internazionalizzazione delle PMI. Il Gruppo fa parte dell’ Enterprise Europe Network, che opera per aiutare le piccole e medie imprese a cogliere le opportunità di sviluppo a livello europeo e internazionale.

04/09/2015. GILearn all’11° Pangborn Sensory Science Symposium

L’11° Pangborn Sensory Science Symposium, il più importante convegno internazionale sulle Scienze sensoriali che riunisce scienziati, studenti, sponsor, aziende e organizzazioni del settore per promuovere iniziative, progettualità e networking, si è tenuto dal 23 al 27 augusto 2015 a Gothenburg, Svezia. Nell’occasione è stato presentato dall’UCP-ESB – partner portoghese di GILearn - il poster Consumers’ knowledge on protected designation of origin of food products –a cross cultural study, in cui sono stati illustrati i principali risultati dell’analisi dei bisogni formativi condotta nei primi sei mesi delle attività progettuali. Il poster è consultabile nella sezione “Documenti” (PUBLIC DELIVERABLE REPORTS) del sito web www.gilearn.eu.

03/09/2015. Corso Pilota in lingua francese

Partirà il prossimo 7 settembre la versione in lingua francese del corso e-learning "I prodotti DOP per i consumatori". Destinato al pubblico francese, il corso pilota sarà aperto alla partecipazione di un numero limitato di utenti. 

Come per le precedenti versioni, il corso sarà erogato online e l'obiettivo della formazione sarà la valorizzazione dei prodotti agroalimentari a Denominazione di Origine Protetta presso i consumatori adulti. Per maggiori informazioni su metodologia, contenuti e aspetti pratici del percorso formativo, clicca qui. 

27/07/2015. “I prodotti DOP per i Consumatori”: l’esperienza formativa in Italia

Il corso e-learning “I prodotti DOP per i Consumatori” erogato in Italia ha registrato un buon successo in termini di partecipazione e di interazione dei tirocinanti coinvolti nel progetto.
36 dei 45 partecipanti inizialmente ammessi hanno seguito con costanza le attività arrivando a svolgere la parte conclusiva del programma, dedicata alla degustazione guidata dei prosciutti crudi DOP selezionati, sui quali è stata preventivamente effettuata l’analisi sensoriale presso i laboratori di AINIA. Per permettere di svolgere più agevolmente l’attività, a cura dell’organizzazione del progetto ciascun partecipante ha ricevuto uno specifico kit di degustazione contenente i campioni dei prodotti. Impressioni e commenti sulla prova pratica di degustazione sono stati condivisi attraverso il forum o via email, mostrando come la formazione a distanza possa rivelarsi un format utile ed efficace per diffondere la conoscenza sul tema della qualità alimentare legata ai prodotti ad Indicazione Geografica.

24/07/2015. L’Esperienza del corso pilota “I prodotti DOP per i Consumatori” – dedicato ai formaggi - in Portogallo

L’erogazione del corso sui prodotti DOP destinato ai consumatori in Portogallo ha registrato un significativo interesse da parte di segmenti diversi di consumatori, un risultato interessante per un corso che è in una fase di verifica della sua struttura e del suo sviluppo. La realizzazione del corso in un format aperto, basato su una metodologia combinata e sulla piattaforma Moodle, ha incluso una sessione abbastanza partecipata di degustazione guidata tenutasi presso un laboratorio di analisi sensoriale dell’Università Cattolica di Porto. Sono stati più di 30 i partecipanti che si sono iscritti e hanno seguito le attività del corso. Una parte del programma è stato focalizzato sui formaggi DOP portoghesi, che sono stati selezionati da diversi territori di

origine del paese, incluse le isole. Una importante sfida che l’offerta del corso dovrà affrontare è collegata all’alto valore dell’esperienza formativa rappresentata dalla degustazione guidata, che dovrebbe avere un numero limitato di partecipanti per essere più efficace. Il corso, con particolare riguardo alla sua progettazione e alla descrizione dettagliata della struttura e dei contenuti, verrà presentato nell’ambito della più importante conferenza mondiale sulle scienze sensoriali e consumer science – Panborn 2015 -, che si terrà ad agosto in Svezia.

24/07/2015. Il corso di formazione sui prodotti DOP destinato ai consumatori in Portogallo risponde ad un bisogno strategico

Il corso di formazione sui prodotti DOP destinato ai consumatori in Portogallo ha ottenuto un importante successo e ha riscosso un significativo interesse da parte dei diversi stakeholders. Il corso, e il progetto in generale, sono stati divulgati attraverso diversi media (web, social, video, rollups) e canali (web, riviste specializzate, presentazioni) e in occasione di diversi eventi (seminari sul comportamento dei consumatori, corsi su qualità e sicurezza alimentare, sviluppo regionale). La valorizzazione dei prodotti agroalimentari locali è un obiettivo in linea con la più importante area strategica di sviluppo della regione settentrionale del Portogallo – ovvero strategie di ricerca e innovazione per la Smart Specialisation (RIS3) - e altre associate al settore agroalimentare. Infatti le specialità locali possono svolgere un ruolo chiave per lo sviluppo e la competitività dei territori e contribuire alla qualificazione dell’offerta turistica e allo sviluppo delle potenzialità dei prodotti agroalimentari in termini di export (oltre che di espressione dei valori intrinseci dell’identità culturale e regionale).

15/07/2015. Realizzazione del corso in Finlandia

La realizzazione del corso e-learning su piattaforma Moodle si è conclusa in Finlandia lo scorso maggio. Il corso è stato frequentato principalmente da partecipanti provenienti dalla JAMK University of Applied Sciences di Jyväskylä. Dopo la pausa estiva, saranno esaminati i risultati delle attività svolte. Le informazioni raccolte saranno utilizzate per realizzare il report dell’analisi dei risultati del corso, principale obiettivo del WP5 del progetto, le cui attività sono coordinate dal partner Luke (Natural Resources Institute of Finland). Sempre Luke presenterà il progetto il 29 e 30 agosto in Danimarca a Nyborg, nell’ambito della sezione dedicata all’analisi sensoriale del meeting annuale del Nordic Committee on Food Analysis.

18/06/2015. L’Esperienza del corso pilota in Spagna

Le attività del corso pilota in Spagna si sono concluse il 18 giugno. Il corso ha visto una’attiva partecipazione degli studenti che hanno interagito attraverso il forum, sottoponedo dubbi e condividendo le opinioni su diversi aspetti del corso. La degustazione online è stata valutata come particolarmente interessante e considerata altamente soddisfacente. La partecipazione alla degustazione frontale è stata reputata altrettanto utile. Complessivamente, il corso ha ricevuto una valutazione molto positiva.

15/06/2015. Il progetto GILearn presente a EXPO 2015 agli Stati Generali delle Indicazioni Geografiche Italiane

Il 15 giugno si sono tenuti presso il Padiglione Italia di EXPO 2015 a Milano gli “Stati generali delle Indicazioni Geografiche Italiane”, promossi dal Ministero delle politiche agricole. I principali stakeholders del settore, alla presenza del Ministro, si sono confrontati sui trend e i potenziali sviluppi del comparto delle produzioni italiane a Indicazione Geografica. Fra i relatori anche la Fondazione Qualivita, che ha presentato la nuova edizione dell’Atlante Qualivita Food Wine & Spirits. GILearn è stato presente attraverso la divulgazione di brochure e materiale informativo sul progetto, distribuiti agli oltre 200 partecipanti intervenuti all’evento.

27/04/2015  – Implementazione del corso in Portogallo

Il corso “Introduzione ai prodotti DOP” destinato ai consumatori, è iniziato in Portogallo il 14 aprile 2015, con un incontro frontale finalizzato ad introdurre ai partecipanti il programma e-learning, basato sulla piattaforma Moodle, che è attualmente in corso di svolgimento. In Portogallo, il corso sarà concentrato sui formaggi DOP portoghesi, distribuiti in tutto il Paese (isole incluse), i quali, nonostante siano molto apprezzati, non sono molto diffusi e sono poco conosciuti dai consumatori, sia a livello nazionale che internazionale. Il corso vanta la collaborazione dell’Associazione Nazionale dei Prodotti Caseari (ANIL) e di un’associazione di produttori (Ancose) di uno dei formaggi più emblematici del Portogallo, il Queijo Serra da Estrela DOP.

16/04/2015 – Implementazione del corso in Italia

Il corso “Introduzione ai prodotti DOP” destinato ai consumatori è stato avviato in Italia il 14 aprile 2015. Grazie ad una diffusa campagna promozionale lanciata da Qualivita (edizione speciale della newsletter Qualivita, campagna Facebook dedicata e coinvolgimento di istituti e scuole di formazione specializzate), sono pervenute oltre 80 richieste di partecipazione, per cui è stato necessario procedere ad una selezione in seguito alla quale sono stati ammessi al corso 45 partecipanti. La parte del programma di formazione dedicata sulla degustazione guidata avrà inizio nell’ultima settimana di maggio e sarà incentrata su 6 prosciutti DOP italiani.

16/04/2015 - Workshop con le Tavole di Regolamentazione DOP

Il progetto GILearn è stato presentato durante il workshop “Tavole di Regolamentazione di Strumenti sensoriali per una degustazione responsabile” organizzato da AINIA a Madrid. Circa 30 enti fra società, fondazioni, Tavole di Regolamentazione e l’organismo di accreditamento nazionale (ENAC) hanno partecipato al workshop durante il quale si è discusso degli strumenti e dei requisiti necessari (Standard 17025) per un’efficiente analisi sensoriale, spiegando l’importanza dei panel di degustazione per i prodotti DOP e fornendo gli strumenti utili a svolgere tutte le fasi della loro costituzione: selezione, training e panel di controllo della qualità, documentazione dell’attività del panel, ecc.

14/04/2015 – Implementazione del corso in Spagna

Il corso “Introduzione ai prodotti DOP” destinato ai consumatori è iniziato in Spagna il 14 aprile 2015. La prima parte del corso (Modulo I) ha la medesima struttura dei corsi tenuti negli altri Paesi partecipanti al progetto, mentre la seconda parte è basata su una selezione di prodotti DOP spagnoli appartenenti alla categoria degli oli di oliva. Per i partecipanti è stata organizzata quindi una degustazione guidata di 6 oli d’oliva DOP spagnoli provenienti da differenti zone di produzione del paese.

13/03/2015  – Implementazione del corso in Finlandia

L’implementazione del corso sulla piattaforma Moodle è iniziato in Finlandia il 13 marzo scorso, con la presentazione dei partecipanti che hanno motivato la scelta di frequentare il corso e hanno effettuato un test in ingresso. Il programma settimanale prevedeva lo svolgimento di un Topic sulla base del materiale didattico fornito: dispense, slide, FAQs, e test di autovalutazione. Il tutor ha verificato quotidianamente l’andamento delle attività, stimolando la partecipazione degli studenti e aggiornando gli altri tutor sugli sviluppi. Lo step successivo ha previsto l’avvio del secondo Modulo, focalizzato sulla presentazione dei prodotti DOP finlandesi a breve. Il 27 marzo è stata inoltre organizzata la degustazione guidata di un prodotto DOP finlandese (carne di renna). La maggior parte dei partecipanti iscritti al corso provengono dalla JAMK University of Applied Sciences, Jyväskylä.

05/03/2015 - Prossima tappa: Primavera 2015 – Metti in agenda la prima edizione del Corso di formazione sui prodotti DOP!

Il gruppo di lavoro del progetto GILearn sta per lanciare la prima edizione dell’innovativo corso di formazione e-learning destinato ai consumatori e dedicato ai prodotti DOP. Il corso permetterà di acquisire conoscenza e consapevolezza sulle qualità dei prodotti e sul loro valore, con un approfondimento dedicato alle caratteristiche sensoriali.

01/02/2015 - Migliorare la conoscenza dei prodotti DOP IGP per promuoverne la valorizzazione – Mauro Rosati, Direttore Generale della Fondazione Qualivita

I prodotti DOP IGP riconosciuti dalla UE sono un patrimonio che ammonta a più di 1250 prodotti (al 2014) e che oggi si trova ad affrontare nuove sfide, prima fra tutte la promozione della sostenibilità ambientale, sociale ed economica dei processi di produzione agroalimentare. Per vincere questa sfida, uno dei campi di intervento più importanti è quello della divulgazione della conoscenza dei prodotti DOP e IGP presso i consumatori. Diverse indagini hanno evidenziato l’esistenza di un gap informativo, come la ricerca promossa da Eurobarometro nel 2012 “Europeans’ attitudes towards food security, food quality and the countryside”, da cui risulta che solo il 15% dei consumatori intervistati conoscevano i loghi DOP e/o IGP. Risultati simili sono emersi dall’indagine condotta nella prima fase del progetto GILearn: i focus group con i consumatori hanno infatti confermato che tanto più è alto il livello di conoscenza dei prodotti DOP, tanto maggiore è la disponibilità a introdurre questi prodotti nelle proprie abitudini di consumo e di acquisto.

15/01/2015 - F ormazione dei consumatori sui prodotti DOP  – il programma

Il programma del corso è finalizzato a introdurre i consumatori al tema dei prodotti a denominazione di origine, a partire dai concetti e dal contesto generale, fino ai temi dell’autenticità e della qualità. Particolare rilevanza sarà data all’approfondimento dell’analisi sensoriale dei prodotti DOP.

Il programma del corso sarà così articolato:

Modulo I:
Topic I – Prodotti ad IG: una visione d'insieme
Topic II – Quadro delle politiche e della legislazione UE (DOP, IGP, STG)
Topic III – Autenticità
Topic IV – Qualità dei prodotti DOP
Topic V – Valutazione sensoriale dei prodotti DOP

Il Modulo II del corso avrà un programma diverso per ciascun Paese partner del progetto, sarà infatti incentrato su una specifica categoria di prodotti DOP, scelta fra le seguenti: formaggi, oli d’oliva, prosciutti crudi e affini, carne di renna.
La prima parte del Modulo II conterrà un’introduzione generale al comparto DOP / IGP a livello nazionale, seguita da una presentazione della categoria di prodotti DOP selezionata. Un’ulteriore sezione sarà dedicata alla descrizione e all’approfondimento delle caratteristiche sensoriali relative a un campione di 5/6 prodotti DOP selezionato in ciascun paese. La parte sull’analisi sensoriale prevederà lo svolgimento di una sessione di degustazione guidata a distanza, che permetterà ai partecipanti di mettere in pratica quanto appreso durante il corso. In via sperimentale, sarà valutata la possibilità di realizzare a conclusione del corso, in alcuni dei Paesi partner del progetto, una sessione di degustazione guidata dal vivo condotta da esperti.


01/01/2015 -Metodologia adottata per la progettazione del corso di formazione sui prodotti DOP destinato ai consumatori

Alla luce dei risultati emersi dall’analisi dei bisogni formativi condotta nella prima fase del progetto, il Corso di formazione sui prodotti DOP è stato progettato per essere erogato secondo un approccio di apprendimento misto – on line e frontale. Infatti, al programma del corso integralmente realizzato sulla piattaforma e-learning (basata sul sistema di gestione e-learning Moodle), potrà essere affiancata in via sperimentale, sulla base delle risorse disponibili nei singoli Paesi partner del progetto, una parte di attività dal vivo, dedicata alla degustazione guidata dei prodotti.

L’approccio metodologico sarà incentrato sulla promozione dell’”apprendimento collaborativo”, mettendo a disposizione sulla piattaforma e-learning strumenti diversificati che potranno essere utilizzati per supportare l’interazione e la collaborazione con i tutor ma anche fra i partecipanti, favorendo lo sviluppo di una “comunità di apprendimento” specializzata sul tema dei prodotti DOP, a partire dagli aspetti culturali legati alla storia del prodotto, fino a quelli organolettici e delle modalità di consumo.   


25/09/2014 - Il progetto GILearn presente al Congresso Internazionale “Tecnologie e servizi per il settore agroalimentare”.

Il progetto GILearn è stato presentato al Congresso Internazionale “Tecnologie e servizi per il settore agroalimentare” che si è tenuto presso il CNEMA (Centro Nacional de Exposições), a Santarém (Portogallo), il 25 e 26 settembre 2014.

Durante il Congresso si è svolto un incontro di partenariato che ha visto la partecipazione di diversi progetti nazionali ed internazionali, organizzati da Agrocluster Ribatejo e Inovcluster, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo del settore agroalimentare e di promuovere l'aumento del valore aggiunto dei prodotti e la loro capacità di contribuire alle esportazioni europee.
Il progetto ha  suscitato l’interesse di diversi produttori, non soltanto appartenenti alle filiere dei prodotti DOP, ma anche a filiere produttive per le quali la valutazione sensoriale riveste un ruolo strategico nella formazione del valore aggiunto del prodotto.

Maggiori informazioni: http://www.agro-negocio.pt  


10/12/2014 - Prossima tappa: lavori in corso per costruire il programma di formazione di GILearn!


Il team GILearn è al lavoro per sviluppare il programma di formazione del corso e-learning sulle Indicazione geografiche e sull’analisi sensoriale dei prodotti DOP, attività previste dal WP4 del progetto, coordinato dalla Facoltà di Biotecnologia dell’Università Cattolica del Portogallo (ESB – UCP).
Il corso sarà attivato nella primavera del 2015 e sarà aperto alla partecipazione di almeno 30 persone per ciascuno dei paesi partner del progetto. Nelle prossime settimane saranno resi noti i criteri per la partecipazione e l’iscrizione al percorso formativo.


01/06/2014 - Guardare ai risultati della TNA per vincere la sfida di GILearn

Questi elementi sono stati sintetizzati nei 5 fattori critici elencati di seguito che rappresentano i punti di riferimento per la costruzione del corso di formazione e per la valutazione dei risultati del progetto:

  1. Esistenza di un deficit di informazione sui prodotti DOP che si manifesta nella scarsa conoscenza del marchio da parte dei consumatori.
  2. I consumatori esperti preferiscono acquistare i prodotti DOP sul luogo di produzione o dai produttori di fiducia.
  3. I consumatori non conoscono il reale significato del marchio DOP, a cui  attribuiscono spesso un valore solo parziale.
  4. La proposta di un corso di formazione on-line sull’analisi sensoriale dei prodotti DOP è accolta con scetticismo dai consumatori, in quanto ritengono fondamentale inserire nel percorso un’esperienza di degustazione guidata, reale e non virtuale.
  5. Il valore aggiunto dei prodotti DOP non è sempre chiaramente percepito dai consumatori.

14/05/2014 – Punti di forza e di debolezza del sistema delle DOP: il punto di vista degli stakeholders

Dalle interviste emerge che gli stakeholders riconoscono come principale punto di forza del sistema le caratteristiche distintive dei prodotti DOP, garantite dal processo di certificazione. Di conseguenza, il punto di debolezza più insidioso è rappresentato dalla bassa conoscenza del marchio DOP da parte dei consumatori, dovuta anche alla mancanza di iniziative di comunicazione e promozione coordinate ed efficaci. Il mancato riconoscimento delle peculiarità dei prodotti DOP contribuisce a renderli meno competitivi sul mercato, mettendone a rischio la produzione e determinando così la perdita del patrimonio culturale e gastronomico di cui sono parte integrante. In risposta a questo, una delle principali opportunità per valorizzare i prodotti DOP risiede nel rafforzamento delle attività di comunicazione e di informazione indirizzate ai consumatori, a conferma dell’importanza strategica del fattore “conoscenza” per lo sviluppo del sistema IG.


29/04/2014 - Il meeting di Helsinki

Il secondo incontro di GILearn si è tenuto al Campus Vikki dell’Università di Helsinki alla fine di Aprile, al termine dei primi sei mesi di attività. Nel corso della giornata di lavoro, QUALIVITA, responsabile del workpackage Training Needs Analysis, ha presentato i risultati dell’analisi dei bisogni formativi. Sono stati inoltre discussi il programma e i contenuti del corso di formazione, aggiornate le iniziative di disseminazione  ed è stato infine presentato il sito web del progetto.


14/04/2014 – Percezione dei prodotti DOP e abitudini di consumo: l’importanza del fattore “conoscenza”

Maggiore è il livello di conoscenza dei prodotti DOP e delle loro caratteristiche, maggiore la disponibilità ad acquistarli.
La TNA ha evidenziato che i consumatori esperti prestano molta più attenzione alla qualità del prodotto, associata alle materie prime utilizzate, al territorio di origine, alle garanzie date dai controlli e dall’etichetta, per cui tendono ad acquistare più facilmente prodotti DOP. Al contrario, per i consumatori non esperti il criterio di scelta prevalente rimane il prezzo, motivo per cui i prodotti DOP, percepiti generalmente come più costosi, non rientrano fra le abitudini di acquisto.


31/03/2014 - Conclusa la Training Needs Analysis: oltre 80 consumatori e 25 stakeholders coinvolti nella prima fase del progetto GILearn

La TNA è stata sviluppata nel corso dei primi 6 mesi del progetto e si è conclusa lo scorso aprile. I risultati, descritti nel report finale, rappresentano le linee guida e gli elementi di riferimento per la progettazione di un efficace percorso formativo e-learning.
Le attività svolte hanno permesso di coinvolgere più di 80 consumatori, consultati attraverso 2 focus group condotti in ciascun paese partner, e 28 fra Consorzi di tutela dei prodotti DOP e altri stakeholders del settore, interpellati attraverso interviste in profondità in ciascun paese. La TNA è stata una prima importante occasione per presentare e far conoscere il progetto ai principali destinatari e testare l’interesse verso la proposta di un corso di formazione sulle Indicazioni geografiche.


21/11/2013 - Le “degustazioni guidate” per i consumatori al centro della proposta formativa di GILearn

La più innovativa attività di formazione prevista dal progetto GILearn consiste in un nuovo concetto di “degustazione guidata” dei prodotti DOP. Questo approccio innovativo permetterà ai partecipanti di effettuare la degustazione dei prodotti DOP da casa seguendo le indicazioni per una corretta esecuzione. In questo modo, i partecipanti acquisiranno la capacità di apprezzare le particolari caratteristiche sensoriali dei prodotti DOP.



21/11/2013 - Ospitato a Valencia il meeting di apertura del progetto

Il primo incontro che ha dato il via ai lavori di GILearn si è tenuto a Valencia lo scorso novembre, presso la sede di AINIA.
Durante il meeting sono stati affrontanti i seguenti punti all’ordine del giorno dell’agenda dei lavori:

  1. Presentazione generale del progetto da parte del coordinatore, incluse le tematiche finanziarie e manageriali
  2. Presentazione dei singoli workpackages da parte dei rispettivi partner incaricati di coordinarli. Ogni partner ha contribuito dando la sua personale visione delle attività e dei risultati previsti per il WP di propria competenza.
  3. Presentazione della piattaforma Moodle che verrà utilizzata per erogare il corso di formazione.
  4. Discussione e conclusioni.

Uno speciale focus è stato dedicato alle attività previste per l’analisi dei bisogni formativi  (Training Needs Analysis), workpackage di cui sono stati discussi nel dettaglio la metodologia comune da utilizzare, il profilo delle persone da coinvolgere nell’indagine esplorativa, etc. Inoltre, è stata discussa una prima ipotesi di strutturazione del corso di formazione.


01/11/2013 - presentazione del progetto

GILearn - Educazione al consumo per accrescere la conoscenza dei prodotti a Indicazione geografica - è un progetto finalizzato alla formazione degli adulti sul tema dei prodotti a Denominazione di origine protetta (DOP). Il suo principale obiettivo è trasmettere ai cittadini europei la conoscenza necessaria a riconoscere e valorizzare i prodotti DOP e, in particolare, le loro peculiari caratteristiche organolettiche.

Gli ulteriori obiettivi di GILearn sono la promozione dei prodotti DOP, la tutela dei metodi di lavorazione tradizionali e di un sistema di produzione sostenibile.

   



GILEARN PROJECT - Consumer Learning to Enhance the Knowledge of Products with Geographical Indications
Lifelong learning programme